UNA RETE DI SENTIERI PERFETTAMENTE SEGNATI.

Valle Ponci è una valle fossile inserita nella Rete Natura 2000 e nei Siti di Importanza Comunitaria (SIC).

Oltre ad una estesa rete di sentieri perfettamente segnalati, offre a bikers ed escursionisti paesaggi incontaminati ed autentici tesori storici e archeologici da scoprire lungo la strada (la via Iulia Augusta con i suoi 5 ponti romani, la ciappa del sale, la grotta delle Fate, le cave romane, etc).

In azienda troverete libri, mappe, indicazioni e consigli per scoprire la valle in tutti i suoi aspetti.

Per chi non ha voglia di portarsi la sua propria bicicletta AFFITTIAMO MTB PER SOLI 6 EURO AL GIORNO

UNA VALLE CREATA PER I CLIMBERS.

Dominata dalle imponenti falesie di Rocca di Corno, Valle Ponci dà l’impressione di essere una valle sospesa nel tempo, creata apposta per i climbers.

Il settore rosso di Rocca di Corno, in particolare, riparato dai venti ed esposto a sud-est, può essere “agevolmente” affrontato anche nelle fredde giornate invernali: basta infatti un po’ di sole per portare la temperatura del canalone a 5/6° sopra la temperatura ambiente…

GEOLOGICAMENTE UNICA.

Geologicamente Valle Ponci presenta aspetti peculiari che la rendono unica:
è una valle carsica “sospesa”, dominata da “terrazzi marini” che testimoniano antiche linee di riva, da falesie costituite da un calcare bianco-rosato ricchissimo di fossili (la Pietra del Finale), e “bucata” da decine di grotte e caverne al cui interno si sono rinvenute testimonianze di un’antichissima presenza dell’uomo.

Ma attenzione:
per visitare le grotte “in profondità” è necessario essere esperti ed organizzati…

UN VIAGGIO NEL TEMPO.

Attraversata dall’antica Via Iulia Augusta con i suoi 5 ponti romani, costruiti a partire dal 13 a.C., Valle Ponci costituisce uno dei più importanti esempi di viabilità romana in Liguria.
Dopo il terzo ponte, sono visibili le cave dalle quali venivano estratte le pietre necessarie per la costruzione dei ponti e per la pavimentazione della strada.

E se vogliamo andare ancora più indietro nel tempo, basta raggiungere la grotta delle Fate, la grotta dell’Arma o il Ciappo del Sale, che ci parlano di comunità umane già presenti in epoca preistorica…

UNA COSTA SPETTACOLARE.

Il territorio finalese è caratterizzato da una costa molto varia, dove le spiagge libere si alternano a spettacolari pareti di roccia a picco sul mare (molto amate dai climbers locali), spiagge fossili cementate dall’azione dell’acqua calacarea (beach rocks), fondali rocciosi e grotte marine di rara bellezza.

Tutte caratteristiche che, unite al mite clima invernale e alle onde lunghe che si formano dopo le libecciate, ne fanno una delle mete predilette anche per gli appassionati di surf e di immersioni subacquee.